Napoli, una sola parola: crederci! Contro il Real per scrivere la storia

Napoli, una sola parola: crederci! Contro il Real per scrivere la storia

© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
 di Francesco Digilio Twitter:  articolo letto 94 volte

Tornano le grandi emozioni al San Paolo e questa sera tutto lo stadio sarà pronto a sostenere il Napoli di Sarri contro il Real Madrid, nel ritorno degli ottavi di finale. Gli azzurri proveranno a rimontare il 3-1 dell'andata al Bernabeu, per poter festeggiare quella che sarebbe un'impresa che entrerebbe di diritto nella storia del calcio italiano e non solo, rovinando, invece, la festa per i 115 anni degli spagnoli. Tutti i tifosi partenopei sognano la rimonta e, dopo un paio di settimane con qualche polemica di troppo, in particolare dopo le parole del presidente De Laurentiis proprio al termine della sfida contro i Blancos, la vittoria sulla Roma ha ridato tranquillità all'ambiente e, soprattutto, il gol a Mertens. Il belga questa sera dovrà essere la spina nel fianco della difesa di Zidane e, con la sua rapidità, ha grandi possibilità di mettere in difficoltà Pepe e Ramos. Insieme a lui ci saranno Insigne e Callejon, per un tridente che, se concentrato e in forma, ha tutto per poter realizzare due reti che permetterebbero al Napoli di festeggiare la qualificazione. I problemi maggiori, però, sono legati al reparto difensivo: anche contro la Roma, in particolare dopo il raddoppio, gli azzurri hanno sofferto molto e solo un miracolo di Reina in pieno recupero ha evitato che i giallorossi trovassero il pareggio. Concedere spazio al tridente di Zidane, che rispetto alla gara di andata avrà anche Bale, potrebbe essere un errore che costerebbe molto caro. Intanto, Sarri avrà sicuramente in mente qualche idea per provare l'impresa e mettere definitivamente un punto alle polemiche dei giorni scorsi. Il Napoli e i suoi tifosi ci sperano, rimontare il ko dell'andata è difficile, ma non impossibile. L'importante sarà crederci. Crederci e non mollare fino a fine partita.