Conferenza stampa, Sarri contento e fiducioso per il futuro:

Conferenza stampa, Sarri contento e fiducioso per il futuro: "Superiori per 50', mai il Real così in difficoltà. Agli spagnoli son girate le palle!".

Conferenza stampa, Sarri contento e fiducioso per il futuro: "Superiori per 50', mai il Real così in difficoltà. Agli spagnoli son girate le palle!".
 di Giovanni Musella articolo letto 184 volte

Queste sono le dichiarazioni di Maurizio Sarri durante la conferenza stanpa post gara:

Sul primo tempo ed i gol presi su calcio d'angolo: "Primo tempo perfetto, è mancato solo il secondo gol. Il secondo tempo è condizionato dal gol, per giocare con quell'aggressività è normale la condizione mentale. Il gol ci ha tolto quasi ogni speranza. Sulle palle ferme potevamo fare di più, aggredire la palla e scontrandosi con l'uomo per non fargli impattare bene il pallone. E' evidente che come fisicità noi paghiamo qualcosa, se non li teniamo a 50 metri dalla porta come nel primo tempo. Paghiamo fisicità".

"Nei primi 50' siamo stati superiori, non ho mai visto il Real così in difficoltà, buttando via il pallone. C'è orgoglio per questo, speranza perchè questi 50' ci lasciano la sensazione che con un altro passo in avanti possiamo esserci a questi livelli. C'è dispiacere per il pubblico, possiamo giocare bene ma meritano sicuramente di più".

"Mi aspettavo una buona gara, non di non concedere quasi niente come nel primo tempo. E' una gara che ci lascia l'amaro perchè usciamo da una grande manifestazione, è stata un'esperienza bellissima e formativa per i nostri giocatori, ma il rammarico c'è per il pubblico. Nella ripresa il più vecchio a centrocampo era un '94, quindi c'è speranza".

Sulla situazione di classifica in serie A - "Abbiamo un punto meno dell'anno scorso, considerando che abbiamo perso Higuain, poi Milik subito, ed abbiamo una Champions in più a differenza dell'anno scorso con un dispendio mentale notevole, molto superiore. L'ultima volta che il Napoli ha fatto la Champions mi pare abbia fatto 57 punti, stiamo facendo forse meglio anche dell'anno scorso".

Sui limiti del Napoli - "Abbiamo dei limiti, per la nostra fisicità che contro certe squadre è inferiore, non solo centimetri, ma anche kg perchè lui mi tocca e mi sposta e lui prende palla. Contro certe squadre è difficile, poi ci mettiamo del nostro quando non aggrediamo la palla, il Napoli si mette a zona perchè ad uomo soffriamo lo scontro. Il più piccolo di loro è 1.88 e devo accoppiarlo con Hysaj o giocatori simili. E' difficile fronteggiare queste situazioni, cerchiamo di risolvere a zona, andando ad attaccare la palla nel punto più alto. Possiamo crescere su questo, sul fisico possiamo farci poco".

Agli spagnoli son girate le palle -  "Per 50' anche in maniera abbondante. E' chiaro che il Real ha grandi talenti, come tutti i grandi talenti sono solisti ed individualisti. Ha un proprio modo di giocare e poi vince le gare col colpo del singolo".