Ecco la Juventus: riparte l'assalto alla Champions con un carico di aspettative

Ecco la Juventus: riparte l'assalto alla Champions con un carico di aspettative

© foto di Daniele Buffa/Image Sport
 di Federico Mariani articolo letto 79 volte

Riapre la caccia a quella Coppa dalle grandi orecchie. La Juventus ritorna a sognarla, sperando di infrangere prima o poi la maledizione. I bianconeri fanno il loro esordio nella Champions League 2016/17 contro il Siviglia con grandi ambizioni. I risultati ottenuti finora certificano queste aspettative: 3 vittorie in altrettanti incontri di campionato, 6 gol fatti ed uno solo subìto. I campioni d’Italia in carica sono uno schiacciasassi.

La campagna acquisti ha dato i giusti innesti ad Allegri per mettere nel mirino quel trofeo solamente accarezzato nel 2014/15. La difesa è stata puntellata con l’innesto di Medhi Benatia, centrale ex Roma proveniente dal Bayern Monaco. Sarà lui ad alternarsi con Bonucci, Chiellini e Barzagli. A centrocampo gli investimenti sono stati ancora maggiori. Partito Pogba in direzione Manchester United, sono arrivati Miralem Pjanic, Marko Pjaca, Juan Cuadrado e Dani Alves. Uomini di grande qualità, capaci di far cambiare passo alla Vecchia Signora e di metterla alla pari con le altre big europee. Ma il vero colpo di mercato è stato l’acquisto del Pipita Gonzalo Higuain dal Napoli. L’argentino è approdato a Torino per rimpiazzare il partente Morata e per garantire alla Juventus quella prolificità in attacco messa in mostra al Real Madrid ed al Napoli.

Di conseguenza ora i bianconeri si candidano come una delle favorite alla vittoria finale. Devono farlo perché vincere in Italia non basta più. Il campionato italiano non ha altre squadre capaci di rinforzarsi sul mercato come ha fatto finora la Vecchia Signora e, dal punto di vista economico, c’è un gap troppo ampio. La Juventus, in questa stagione, dovrà tentare di realizzare il Triplete o altrimenti di stravincere in Italia. Limitarsi a conquistare il campionato, senza fare record o con uno scarto “ordinario” sulla seconda sarebbe un mezzo fallimento per la campagna acquisti messa in mostra. Per questo, stasera, c’è tanta attesa e curiosità. Molti guarderanno il match per capire se, dopo tante parole e promesse, la Juventus sarà davvero pronta per sfatare quel tabù lungo oltre 20 anni. Al triplice fischio della sfida contro il Siviglia ne sapremo di più.