Ferreira-Carrasco show, che Atletico! I <i>Colchoneros</i> continuano a volare

Ferreira-Carrasco show, che Atletico! I Colchoneros continuano a volare

© foto di Imago/Image Sport
 di Francesco Digilio Twitter:  articolo letto 102 volte

Sono ormai anni che la gente, ad inizio stagione, crede che il momento d'oro dell'Atletico Madrid sia ormai svanito. Dopo la vittoria della Liga e le due finali di Champions raggiunte negli ultimi tre anni, per molti il ciclo di Diego Simeone ai Colchoneros si era ormai concluso. Per il tecnico argentino si parlava di offerte dalla Premier, di ipotesi Inter e anche della possibilità di allenare la Nazionale argentina. Il Cholo è però rimasto in Spagna, è rimasto all'Atletico Madrid con un solo obiettivo: fare bene in ogni partita. Solo così a fine stagione i risultati potranno essere positivi. Dopo le prime giornate negative, l'Atletico ha ingranato e da allora non si è più fermato, ad eccezione della sfida pareggiata contro il Barcellona al Camp Nou. Ora i Colchoneros sono primi in classifica a pari punti con l'odiato Real Madrid e per l'ennesima volta ieri hanno dato dimostrazione di grandissima forza e compattezza. Sette gol rifilati al Granada. Un Granada ultimo in classifica, vero, ma che aveva messo paura al pubblico del Calderon. Poi, però, ci ha pensato Ferreira Carrasco, altro grande talento esploso definitivamente sotto la guida del Cholo. Il belga ha messo a segno tre reti. Dopo è arrivata la doppietta di Gaitan, con Carrasco protagonista ancora anche nell'azione del secondo gol dell'argentino. Nel finale è arrivata la rete dell'altro giovane dal futuro assicurato, Angel Correa, prima che Tiago fissasse il risultato sul 7-1, ancora una volta servito dall'incontenibile Ferreira-Carrasco. Ora l'Atletico, i suoi tifosi e Simeone, che insieme formano un'unica, grandissima famiglia, non vuole fermarsi: alle porte c'è la Champions e la sfida contro il Rostov per confermare il primo posto nel girone, davanti anche al Bayern, battuto nell'ultima giornata, proprio con gol di Ferreira Carrasco, l'arma in più di Simeone.