Quagliarella, un gol... più che da Oscar

Quagliarella, un gol... più che da Oscar

© foto di www.imagephotoagency.it
 di Alessio Milone articolo letto 1365 volte

Forse neanche se l'era sognata, alla vigilia del match, una serata del genere. Forse neanche pensava di scendere in campo, e chissà se lo sperava. Fabio Quagliarella, invece, in campo a Stamford Bridge ci è sceso, e non solo: ha anche inciso.

Sarò onesto: prima che lui la infilasse sotto alle gambe del "povero" Cech, la palma di personaggio del giorno stavo per assegnarla a quel piccolo fenomeno che in campo ha regalato uno dei più bei gol degli ultimi anni: Oscar, nomen omen alla perfezione in questo caso, perché il suo secondo centro (un tocco a seguire che dribbla Pirlo con conseguente tiro a giro sotto l'incrocio) è un gioiello finissimo, d'alta scuola.

Invece, poco dopo, ecco il 2-2, e a segnarlo è colui che negli ultimi tempi ha subìto più critiche che applausi, per vari motivi (giusti o sbagliati che siano) che non sto qui a spiegare. Corsa sul filo del fuorigioco e piattone che sfugge via al controllo dell'estremo difensore avversario. E' gol, è 2-2, è festa bianconera a Londra, è Quagliarella il personaggio del giorno.