Fiorentina-Qarabag, le pagelle: attacco viola devastante. Buono l'esordio di Cristoforo

Fiorentina-Qarabag, le pagelle: attacco viola devastante. Buono l'esordio di Cristoforo

© foto di Federico De Luca
 di Vincenzo Siciliano articolo letto 151 volte

La Fiorentina vince il match casalingo contro il Qarabag e sale in testa al gruppo J con 4 punti. Ecco le pagelle del match del Franchi.

Tatarasanu 6 Poco impegnato il portiere nel match: nessun intervento di rilevanza. Non può nulla sul gol del Qarabag

Tomovic 6 Il capitano odierno non sente la pressione della fascia e gioca una buona partita

De Maio 6 Non fa rimpiangere l'assenza di Gonzalo concedendo poco agli avversari

Salcedo 6,5 Si sta ambientando molto bene al calcio italiano: come per i suoi compagni di reparto gioca una buona gara

Tello 6 Da un giocatore come lui ci si aspetta qualcosa di più: corre avanti e indietro per tutta la corsia destra

Cristoforo 6,5 Molto buona la prova del centrocampista condita dallo splendido assist per Kalinic

Vecino-Sanchez 6 I due giocano un tempo per uno alternando quantità e qualità

Olivera 6,5 I suoi cross dalla sinistra sono sempre molto pericolosi, peccato che i suoi compagni non li sfruttino

Bernardeschi 6,5 Da trequartista si rende molto più pericoloso con conclusioni dalla distanza: gli manca solo il gol

Kalinic-Babacar 7,5 I due attaccanti della viola chiudono il discorso già nel primo tempo: insieme giocano bene, forse Sousa può farci un pensierino

Zarate 7 All'esordio stagionale regala una grande prestazione: una doppietta che gli fa dimenticare il suo difficile inizio di stagione

 

Sehic 4,5 Serata da dimenticare per il portiere del Qarabag, ma la colpa èa cnhe dei compagni di difesa che non lo aiutano

Yunuszade 4 La sua espulsione condiziona tutto il match della sua squadra: ingenuo nel fallo di mano che gli vale il rosso

Reynaldo-Quintana 5,5 Ci provano cno delle conclusioni dalla distanza ma non creano pericoli

Ndlovu 6 Firma il gol della bandiera con un gran gol sul quale Tatarasanu non poteva nullla