Atletico Madrid-Bayern Monaco 1-0 <i>LE PAGELLE</i>: Saùl un mago, Augusto F. l'uomo in più, delude Lewandowski

Atletico Madrid-Bayern Monaco 1-0 LE PAGELLE: Saùl un mago, Augusto F. l'uomo in più, delude Lewandowski

© foto di Pedro Rodriguez/Bernabéu Digital
 di Claudio Coli articolo letto 607 volte

Trionfa l'Atletico di Simeone in casa grazie alla rete straordinaria di Saul. Molto bene tutti i colchoneros, delude invece il Bayern a cui sono mancati gli uomini chiave.

Atletico Madrid

Jan OBLAK 6,5 – Sicuro sui traversoni di Douglas Costa. Bravo su Vidal e fortunato sulla sventola di Alaba. Trasmette sicurezza.

JUANFRAN 6 – Poca spinta a destra, tanta copertura. Non perde mai la posizione e concede davvero pochissime chance di cross dal fondo.

Josè GIMÉNEZ 7 – Tanti sostengono: Gimenez è bravo perché gioca accanto a Godin. Invece Gimenez è bravo. Punto. Senza l’esperto “compare” uruguaiano, conferma i suoi progressi. Intelligente tatticamente, deciso a uomo su Lewandowski, fortissimo nel gioco aereo. Gran ben difensore.

Stefan SAVIĆ 6,5 – Meno reattivo rispetto al partner di difesa, ma comunque positivo. Buoni raddoppi sugli esterni e su Lewandowski. Imposta con calma olimpica, non sbaglia una chiusura.

FILIPE LUÍS 6,5 – Verve e corsa. A sinistra, se può, affonda. Bel duello con Coman, tiene a bada anche Costa quando si sposta dal suo lato. Ed esce spesso palla al piede.

GABI 6 – Leader in mezzo al campo. A volte impreciso, ma subito pronto a recuperare un eventuale errore. Combattente nato.

AUGUSTO FERNÁNDEZ 7 – Che partita. Vero uomo in più per l’Atletico. Doppia fase eccellente. Il primo ad aiutare i difensori, il primo a supportare gli attaccanti. Ovunque, sempre con il coltello tra i denti.

SAÚL ÑÍGUEZ 7,5 – Il gol è poesia pura e non si può che premiare la sua magia. Slalom alla Tomba e mancino delicato in buca d’angolo. Accelerazioni continue, ma anche copertura su Bernat e Douglas Costa. Doppio lavoro, in pieno Simeone style. (Dal 85’ PARTEY sv)

KOKE 6,5 – Solito apporto. Oltre alla “garra” ci mette il talento. Ogni piazzato è un pericolo. Ottima intesa con Griezmann e Torres.

Antoine GRIEZMANN 6,5 – Gioca dietro a Torres e guida ogni ripartenza dell’Atletico. Elegante, veloce, preparato. Una sola vera occasione, ma tanta sostanza.

Fernando TORRES 6,5 – Che rimpianti quel palo. Punge, senza mai risparmiarsi. La grande giocata nella ripresa palesa la sua classe innata, tipica degli attaccanti d’antan. Alcuni spunti del Torres che fu.

ALL. Diego SIMEONE 7 – Preparata benissimo. Voleva fare un gol e non prenderne nessuno. Obiettivo centrato. Chiusure e ripartenze, sofferenza, ma senza concedere troppo. L’Atletico non è solo fase difensiva, come qualcuno si ostina ancora a pensare.

Bayern Monaco

Manuel NEUER 6 – Sul gol subito diamo i meriti a Saul. Un po’ troppo nervoso, nessun intervento di rilievo.

Philipp LAHM 6,5 – Crea sette occasioni per i compagni. Con il centrocampo e gli esterni alti bloccati, spesso è lui a prendere iniziativa. Uno dei pochi del Bayern che spesso ha interpretato la gara nel modo corretto.

Javi MARTÍNEZ 5 – Lento, pachidermico a volte. Torres a confronto pare un ragazzino. Dietro non convince, meglio quando alzato in mezzo.

David ALABA 6,5 – Con un siluro da 30 metri centra la traversa. Cinquantesimo gettone in Champions non fortunato.

Juan BERNAT 6 – Non spinge come dovrebbe. Contiene, ma l’Atletico dal suo lato spinge raramente. Serve qualcosina in più. (Dal 77’ BENATIA sv – Dentro nel finale, un colpo di testa poco preciso)

Xabi ALONSO 5,5 – Regia appannata. Perde molti duelli in mezzo. Gioca 90 minuti, ma dopo un’ora pareva aver già finito la benzina. Uomo in meno.

Arturo VIDAL 6,5 – Oltre a dare equilibrio, prova ad inserirsi. Ci crede e vuole la finale, persa lo scorso anno. E dà tutto. Atteggiamento da guerriero, anche se occorrerebbe più decisione al tiro.

THIAGO ALCÂNTARA 5,5 – Ritmo lento, poche verticalizzioni. Nemmeno da fermo riesce a farsi notare. Anonimo e troppo scolastico. (Dal 70’ MULLER 5,5– Entra tardi e non si nota. In partite del genere, così bloccate, pare un delitto tenerlo fuori)

Kingsley COMAN 5,5 – Volenteroso, vivace, ma non ancora pronto a questi palcoscenici. Salta l’uomo, ma sbaglia il cross. Poi prova l’accelerazione, ma non legge il passaggio. Impreciso e giustamente sostituito. (Dal 65’ RIBERY 6– Porta energia e competenza, anche tattica. Due buoni spunti, nessun vero tiro)

Robert LEWANDOWSKI 5 – Male male Robert. Anticipato di continuo da Savic e Gimenez. Non un’iniziativa, non uno spunto. Riceve pochi palloni e non riesce a sfruttarli. Inoffensivo.

Douglas COSTA 6 – Il giocatore che crossa di più in campo. La maggior parte dei suoi traversoni finisce tra le braccia di Oblak. Largo a sinistra, poi a destra. Incide pochino.

ALL. Josep GUARDIOLA 5 – Muller e Ribery fuori in partite del genere? Enormi perplessità. Bayern lezioso, presuntuoso, poco concreto. Insomma, poco affine alle caratteristiche storiche del Bayern. Ha 90 minuti per togliere l’aggettivo “negativo” accanto alla definzione della sua avventura in terra bavarese. La sensazione finale? Se alla formazione di Monaco si bloccano gli esterni (come aveva fatto per 70 minuti la Juventus all’Allianz), sembrano non esserci soluzioni offensive.